Seleziona una pagina

bambino_aiutoBANDO 2015 – Il progetto “Adozione a km 0”, avviato dall’Associazione “A. Campora e Amici del Gabbiano” e sostenuto dalla Fondazione SociAL attraverso il Bando 2015, intende organizzare adozioni di minori, sul modello di quelle “a distanza”.

L’idea nasce dal riscontro delle difficoltà in cui si dibattono le famiglie con minori e parallelamente delle insufficienti risorse economiche e di rete. Famiglie per le quali non è però necessario, valutate le potenzialità espresse dal nucleo, approntare misure di protezione del minore (inserimento in struttura, allontanamento).

Accanto alla raccolta di denaro saranno, dunque, organizzate reti di sostegno alla genitorialità, con l’obiettivo di fare prevenzione primaria rispetto ad un possibile disagio futuro, tramite la sinergia di servizi sociali e sanitari, enti, associazioni, professionisti e singoli. L’invio delle famiglie potrà essere fatto da chiunque venga a conoscenza di un nucleo in difficoltà.

A gestire il progetto due persone selezionate, supportate da un tavolo multienti/multiprofessionale che si occuperà, considerato che le “adozioni” non sono “a distanza”, di curare anche la privacy degli utenti coinvolti.

Saranno beneficiari diretti del progetto minori della fascia 0/6 anni (compreso il periodo della gravidanza) e le loro famiglie (con priorità per quelle monogenitoriali), che non soddisfino appieno i criteri per la presa in carico da parte dei servizi sociali (vincolati a problemi di budget o burocratici) e necessitino quindi di strumenti ed interventi maggiormente flessibili.

L’attivazione di questo progetto gioverà, inoltre, agli altri componenti dei nuclei familiari individuati, la rete servizi territoriali e l’intera comunità.

L’area geografica di riferimento è quella di Alessandria e sobborghi, con un popolazione pari a circa 126.557 di cui 5477 minori della fascia individuata.

L’ Associazione “A. Campora e Amici del Gabbiano” è fondata sul volontariato, e si avvale in modo determinante e prevalente di prestazioni volontarie, personali, spontanee e gratuite di soci e simpatizzanti, senza fini di lucro. Tali prestazioni vengono erogate al fine di perseguire gli scopi sociali che, come da seguente estratto dello statuto, spaziano in diversi ambiti del sociale.

Le azioni di tutoraggio della Fondazione SociAL sul progetto si sono concluse nel mese di aprile 2018.