Seleziona una pagina

Torino-rotante-630x330-620x279Si terrà a Torino il Congresso Nazionale COIRAG dal titolo “La violenza nei e dei legami. Riconoscerla, significarla, affrontarla”. Nei giorni 18, 19 e 20 maggio 2017 si affronterà il tema della violenza, inestricabilmente legato alla sofferenza individuale e collettiva.

E’ già da diversi anni, attraverso seminari e giornate di studio, che in COIRAG sono state avviate molte iniziative e discussioni su questo argomento. Data la complessità delle possibili declinazioni e riflessioni, sono state strutturate tre giornate congressuali, in cui offrire un confronto tra discipline e linguaggi diversi.

La prima giornata, giovedì 18 maggio, dalle ore 17 alle ore 20,  si discuterà “Dal bambino minaccioso al bambino minacciato: comprendere per curare”. La seconda giornata, venerdì 19 maggio, sarà attinente, invece, a “La violenza nelle relazioni affettive intrafamigliari”, mentre la terza ed ultima giornata, sabato 20 maggio, affronterà il tema de “La violenza nelle istituzioni e nella società”.
Il programma del Congresso ha disposto più di 30 sessioni, tra relazioni magistrali, discussioni in plenaria, simposi, workshop. Le ore della mattina prevedono le relazioni di figure significative del panorama culturale e scientifico
nazionale e internazionale, mentre i pomeriggi avranno un carattere di approfondimento sia tematico che esperienziale con l’organizzazione di simpsosi e workshop di rielaborazione.

La violenza è un fenomeno complesso e trattabile solo con un’ampia articolazione, che va dalla violenza agita a quella subita, dal trauma alle sue conseguenze per l’individuo, per i gruppi, per le famiglie, per il tessuto sociale e le varie forme di resilienza, collaborazione e cura.
È nei legami che la violenza si manifesta, è attraverso i legami che agisce, minandoli alla base o mantenendoli in uno stato di scacco temporaneo o permanente. Riconoscere questa complessità attraverso un approccio multidisciplinare
può essere un secondo passo per dare a questi eventi psichici e sociali un significato che dovrebbe portare a un ampliamento delle possibilità di affrontare la violenza.
Per questi motivi il Congresso vuole dare voce a differenti punti di vista e a svariate esperienze in campo psicoterapeutico, istituzionale, associativo, culturale, di ricerca dando voce a antropologi, sociologi, filosofi, ricercatori e giornalisti.

Per maggiori informazioni visualizzate la Locandina e visitate il sito Coirag