Seleziona una pagina

mani-bimbo-anzianoCreare una rete di solidarietà e mutuo-aiuto tra generazioni e favorire lo scambio di servizi destinato a persone in difficoltà: questi sono gli obiettivi che si è proposto il Cissaca con il progetto “Bottega della Reciprocità”, concluso il 29 febbraio.

Il progetto, nato grazie al “Premio nazionale per l’invecchiamento attivo della popolazione anziana” istituito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, si è proposto di valorizzare i saperi e il contributo volontario delle persone anziane nel supportare minori e le loro famiglie, con particolare attenzione a quelle seguite dal servizio sociale, per facilitare la conciliazione tra tempi di cura e tempi di lavoro in quei nuclei in cui manca una rete familiare allargata. In modo reciproco, è stato previsto l’intervento di persone giovani (dal 16 ai 25 anni) a supporto di anziani in difficoltà, in condizione di solitudine, per migliorare la loro qualità di vita a domicilio, e valorizzare l’incontro tra generazioni per lo scambio di saperi, esperienze, sensibilità. Complessivamente si sono realizzati 35 abbinamenti, di cui 24 bambini affidati ad altrettanti anziani e 18 anziani affidati a giovani. Si tratta di 42 progetti di aiuto, caratterizzati da diversa intensità assistenziale (attraverso il progetto è stato possibile garantire la compagnia di anziani soli, ma anche la protezione di bambini in grave difficoltà con i loro genitori).

Per ripercorrere questi due anni di attività – e valutare l’impatto di questo importante progetto – viene promosso un incontro che si terrà mercoledì 27 dalle 17 alle 19, in collaborazione con la Fondazione SociAL, al quale saranno presenti l’Assessore Politiche Sociali del Comune di Alessandria, Mauro Cattaneo, il Presidente del Cissaca, Mauro Buzzi, Elena Allegri, Professore Aggregato presso il Corso di Laurea in Servizio Sociale dell’Università del Piemonte Orientale, Maria Luisa Raineri, ricercatrice e docente presso il Corso di Laurea in Servizio Sociale dell’Università Cattolica di Milano e Brescia, insieme ad assistenti sociali Cissaca, educatori della Coop. Coompany & di Alessandria e volontari del progetto. Inoltre verrà proiettato un video a cura della stessa Coop. Coompany &, che illustra l’iniziativa conclusa.

Durante questi due anni di attività, infatti, anziani attivi e giovani aderenti sono stati invitati ad un percorso formativo e coinvolti in un gruppo condotto da educatori della Coop. Coompany (presso la Ristorazione sociale di Alessandria), dove hanno potuto rielaborare l’esperienza, raccontarla, e raccogliere le testimonianze in un video conclusivo.

L’incontro si svolgerà nella sede della Fondazione SociAL e dell’Associazione Cultura e Sviluppo, in piazza Fabrizio De André 76, ad Alessandria.

Per saperne di più contattare il Cissaca al n. tel. 229711 oppure mandare una mail a fasciolo.marina@cissaca.it o cissaca.comunicazione@gmail.com