Seleziona una pagina

DSC_1711-1280x852La Commissione  Valutatrice della Fondazione SociAL, fondazione promossa dal Gruppo Gualapack spa per sostenere economicamente ed organizzativamente le iniziative del Terzo Settore negli ambiti della promozione culturale e dell’assistenza sociale, ha concluso l’analisi dei progetti che hanno partecipato al Bando emesso per l’anno 2015.
A presentare la propria candidatura in questo terzo anno sono state numerose organizzazioni, in prevalenza cooperative sociali e associazioni di volontariato, per un totale di circa 300 progetti.

Tra le iniziative selezionate dalla Commissione ci saranno progetti di accoglienza rivolti alle donne, percorsi di adozione “a distanza” di minori, corsi di cittadinanza attiva e laboratori di lavoro destinati ai detenuti, piattaforme per la diffusione della cultura antimafia, della responsabilità sociale, delle voci delle piccole realtà del territorio, dell’innovazione e delle tecnologie.

Saranno attivati sportelli di psicoterapia rivolti ai bambini vittime di maltrattamenti o abusi, ai giovani, alle persone con disagio psichico, ma anche progetti di riqualificazione urbana, uno dei quali interessa un bene confiscato alla mafia.
E poi alcuni percorsi formativi rivolti ai giovani ed altri alle persone con disabilità con progetti dedicati all’attività fisica, alla musicoterapia, all’inclusione attraverso laboratori, peer-education e progetti di utilità sociale e di avviamento al lavoro.
Non mancheranno le iniziative dedicate al disagio abitativo ed all’inclusione dei richiedenti asilo.

I 28 progetti vincitori saranno co-finanziati dalla Fondazione, grazie a un contributo totale di 600mila euro. A garanzia di un monitoraggio costante e un sostegno metodologico all’attuazione dei progetti, la Fondazione metterà a disposizione tutor qualificati, che accompagneranno le realtà vincitrici.

L’elenco dei progetti finanziati è consultabile sul sito della Fondazione, nella pagina dedicata al Bando 2015.